YOUblog racconta il mondo del marketing sul web.

Ascoltiamo la voce dei protagonisti!

« Indice degli articoli

4

mag

LinkedIn acquisisce SlideShare per 119 milioni di dollari

LinkedIn acquisisce SlideShare per 119 milioni di dollari

Punta alla leadership nello sharing dei professional content?

LinkedIn acquisisce Slideshare. Non vi sembra la cosa più naturale del mondo?

Il professional social network e la content sharing community più importanti della rete sembrano fatti per essere l’uno l’estensione dell’altro. Molti addetti ai lavori, tra cui la redazione di TechCrunch, avevano già auspicato, in tempi non sospetti, un’operazione di questo tipo, costata al team di LinkedIn ben 118.75 milioni di dollari: 45% cash ed il restante in pacchetti azionari.

Qual è la vera notizia? In un panorama social in cui Facebook la fa da padrone, incalzato affannosamente da Google, LinkedIn ha deciso di dire la sua, e lo fa intelligentemente, puntando con ancor più forza sul suo target di professionisti, invece di improvvisare indossando nuove improbabili vesti.

LinkedIn and Slideshare

View more presentations from LinkedIn

Per gli utenti SlideShare non cambia nulla. Cosa riserverà LinkedIn al suo network?

Le prerogative per LinkedIn ci sono tutte: 161 milioni di iscritti, ricavi pari a 188,5 milioni di dollari ed un target di utenti che, per vari motivi, è destinato a crescere vertiginosamente. Questa operazione, oltre a conferire un’importante servizio aggiuntivo ai suoi utenti (una fruizione potenziata delle funzionalità SlideShare secondo modalità non ancora note), costituisce l’acquisizione di un network radicato di social user con le loro connessioni giornaliere, con il risultato che, al solo annuncio, il suo titolo in borsa è già schizzato in alto di diversi punti.

Una piattaforma come SlideShare, divenuta indispensabile per tanti professionisti che, in poco meno di 6 anni, hanno caricato, fruito e condiviso oltre 9 milioni di presentazioni riguardanti il proprio lavoro, i propri progetti e le proprie idee, a detta del suo stesso CEO Rashmi Sinha non vede all’orizzonte grandi modifiche al servizio e vive invece questa acquisizione come la più naturale estensione del suo progetto: connettere questi professionisti attraverso i loro contenuti.

Contenuti e social media, non vi ricorda qualcosa? Un’integrazione come questa indirizza ancora una volta verso un’unica conclusione: il contenuto è il vettore, il veicolo ideale per creare engagement tra i social user.

Cambiando il target di utenti ed il tipo di contenuto, non è diverso da Facebook che compra Instagram, non credete?

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
  • http://opinionfinger.com Michela

    Linkedin si sta affermando sempre più come il canale privilegiato dove autopromuoversi non solo attraverso il semplice cv, ma anche inserendo gli share agli argomenti di proprio interesse e condividendolo con la community di riferimento. Mi aspetto grandi cose da questa partnership e soprattutto maggiori opportunità per chi punta sul “self branding”.

Slider by webdesign