YOUblog racconta il mondo del marketing sul web.

Ascoltiamo la voce dei protagonisti!

« Indice degli articoli

25

giu

Octofeed e Gabi: 2 modi diversi di navigare su Facebook

Octofeed e Gabi: 2 modi diversi di navigare su Facebook

Il rumore di feed e ads vi intasa il wall? Octofeed mette un po’ d’ordine

Il wall di Facebook è una delle interfacce più conosciute dagli internauti di tutto il mondo. È gioco forza che qualcuno, dopo tanti anni, possa cercare diversi modelli di visualizzazione di status e link condivisi, e che non sia affatto soddisfatto né di Timeline, né dell’invasione di feed, spesso inopportuni, sul proprio profilo. È un segnale che Facebook sta perdendo la sua carica fidelizzante?

In ogni caso, per dimostrare questo fermento nella ricerca di nuove vesti per il social network per eccellenza, abbiamo analizzato due software, di cui uno esplicitamente per mobile device. Si tratta di Octofeed e Gabi.

Octofeed è immaginato per mettere un po’ d’ordine nel flusso di feed che ci investono ogni giorno. Alla base c’è un’idea molto semplice: scindere il news feed in due sezioni distinte. In The Feed visualizzeremo solo gli aggiornamenti che abbiamo formalmente scelto di ottenere, con il Ricevi gli aggiornamenti, o anche solo perché vengono dai nostri amici o dalle pagine di cui siamo diventati fan. La sezione My Wall, invece, è dedicata ai contenuti più direttamente legati al nostro nickname, perché creati da noi o perché contengono tag.

Una visualizzazione ordinata e pulita che presenta immagini e video con risoluzione massima, con la possibilità di esplorare rapidamente i contenuti multimediali correlati da altri album o canali dei medesimi autori, è certamente la feature di maggiore appeal per questo software, mobile friendly, che apre anche alla condivisione su altri grandi social network come Twitter e LinkedIn.

Con l’app Gabi, sono i likes degli amici che filtrano il tuo news feed!

Una razionalizzazione che ritroviamo anche in Gabi, app tedesca che, per soli 0,99 $ fornisce, con una grafica, anche qui, proiettata verso le belle immagini (Pinterest ha fatto scuola, ndr), un news feed influenzato dai like dei social user. Si può vedere quali sono le foto o gli status più likati, i fotografi più apprezzati ma anche le preferenze maggiori che hanno avuto libri, film o programmi televisivi tra i nostri amici. Ogni “ranking” è, naturalmente, condivisibile su Timeline.

Migliorare o anche solo diversificare la propria esperienze con Facebook sta diventando una moda. Sarà la sensazione di mancanza di filtri che attanaglia ultimamente gli utenti; sarà il fatto che, per esempio, la versione mobile del social network non riesce ancora a convincere; fatto sta che a Menlo Park si staranno ponendo qualche domanda.

Voi provereste prodotti come Octofeed e Gabi o preferite rimanere sul classico?

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Slider by webdesign